black hole sun

Felicità

siamo persone
orbite in spazi, epoche
diverse
distanze infinite.
eppure, da lì
ci siamo visti
ci siamo sfiorati
carezzati
ingannati.
a fin di bene.
per un momento
ci siamo dati il calore
del tempo sospeso
nell’attimo in cui
è ancora possibile.
tutto.
anche la felicità.

[P.B., 7/6/2019]

onda sonora consigliata

Annunci

Onde sognate

btr

E quando fui
con te
mi arrisero
le ultime giornate di
Maggio.
Della felicità
lasciammo l’ombra
a chi venne ma solo
dopo.
Al sempreverde consegnammo
la spuma di onde sognate.

(I.P., 30/5/2019)

ritratto

appunti di viaggio

Le dita intrecciate
sono legno intarsiato.
Il volto
marmo cavato
raschiato a sabbia.
Una macchia di colore
sotto la guancia
desta il mio sguardo intorpidito.
Un papavero
cresciuto nell’erba disseccata
spuntato da sotto il lenzuolo.

[P.B., 30/5/2019]

se penso a te

lips

lips, by “lei”

e solo un istante prima
le labbra si stringono
per esplodere
sorde
sul tuo nome
poi si richiudono
un poco
sulla terza sillaba
– che è stupore –
la lingua
scivola sull’ultima
di una sola liquida elle
di un’omega
sulla piccola morte
…lo
nient’altro che …lo.

[Lei, 23/5/2019]

me-mento

Il giorno - Ferdinand Hodler

“Il giorno”, F. Hodler – web

74
ombre viola
sulla pelle

la tua mente
la mia
[e quella di lei]
lavorano
implorano
ascolto

vediamoci – ti amo – è un sogno – chi siamo?

71
frammenti

disperso
me-mento
l’amore.

[P.B., 13/5/2019]

Supplica a mia madre

P.P. Pasolini e la madre

pierpaolopasolini.it

 

Tu sei la sola al mondo che sa del mio cuore ciò che è stato sempre, prima di ogni altro amore. Per questo devo dirti ciò che è orrendo conoscere: è dentro la tua grazia che nasce la mia angoscia.
Sei insostituibile. Per questo è dannata alla solitudine la vita che mi hai data. E non voglio essere solo. Ho un’infinita fame d’amore, dell’amore di corpi senza anima. Perché l’anima è in te, sei tu, ma tu sei mia madre e il tuo amore è la mia schiavitù.

[Pier Paolo Pasolini]

Luce goccia negli occhi

Luce goccia negli occhi

instagram.com/chouckrydoux/

Luce goccia negli occhi.
Il tempo sosta.
Si ferma in inspiro,
poi a poco riprende a muovere
foglie
a muovere passi e rumore.
.
Avvicino la pelle al tuo fiato.
Non esiti e il braccio già mi prende di fianco.
Mi prende con sé.
.
Mi prendi a te.
Petto a schiena. Ossa a carne.
E parole tra i capelli, solo ritmo che calma.
.
Sei cuore a pensieri.
.
Sei cura a pensieri.
.
.
.
Era inverno.
.
.

[Aurelia, 4/5/2019]

Da qui.
Di Aurelia, oltre alle parole, consiglio anche le immagini.