Vito

.

Vito era un comandante,

ha fatto la guerra.

E ancora dava ordini

a soldati dietro le scrivanie

in attesa di sferrare l’attacco.

.

Gli mancava l’adrenalina

prima della battaglia

quella cosa che, difronte al pericolo

fa degli umani un branco compatto.

.

Vito rideva l’attimo dopo,

perché si vedeva.

Sono un figlio di puttana – diceva.

Io ho ammazzato.

Scuoteva la testa: il giudizio

di chi non può più essere salvato.

.

E Vito sapeva

che la morte se lo stava prendendo.

Ha scelto di fare come voleva,

rifiutando le mani di chi

gliene offriva una più lenta

anonima e fredda.

.

Col culo mio scopo solo io.

.

Al virus sono bastati due giorni

per fottere il suo cuore braccato.

.

Vito ha reso le armi

al suono di una sirena.

.

[P.B., 17/11/2020]