Biografie

di Francesco Palmieri

 

btrmdn

 

Nel numero di Febbraio di Menabò, quadrimestrale internazionale di cultura poetica e letteraria, trovo un interessante articolo che mi fa scoprire il poeta Francesco Palmieri.

La sua poesia mi ha sedotto subito.
Ve ne propongo due assaggi.

 

Salomé
non era amore
il tuo seno nel velo.

ero io
che ti rivestivo d’azzurro
ti leggevo sul ventre
la rotta agli astri e alle stelle

(e tu un volteggio di piume
che sfrecciavano alte
e la terra la terra
non era il vuoto di adesso)

Salomé

era amore il mio amore
era furia di sangue

era amore
era sangue

prima ancora che fosse
una testa sul piatto.

 

 

(a mia figlia)

Ricordami come la mano
un passo dietro alle spalle
a guardarti il cammino.

ricordami all’angolo
come una fotografia
tra la mensola e il muro,
come il gattino, l’orsetto,
ora in fondo alla cesta

e se ti verrò in mente
qualche giorno o per anni,
tu fammi leggero
scarta errori e dolori
sfoglia il velo di nero
delle colpe a mio nome
poi di quelle accadute
senza averle volute

guarda all’attimo puro
quando io padre e tu figlia
stavo avanti nel buio
per le ombre sui muri
l’improvvisa paura

e ricordami un breve
ricordami lieve

sarò morto due volte
se sarò sulle spalle
un altro peso di croce.

 

Poesie tratte dalla raccolta “Biografie“.

Francesco Palmieri, nato ad Altamura, vive a nord di Milano, dove ha lavorato come docente di letteratura. Poeta e critico letterario.
Ha pubblicato:
“Studi lirici solo parole d’amore”, La Vita Felice Ed., 2012
“Fra improbabile cielo e terra certa”, Terra d’ulivi Ed., 2015
“Il male nascosto”, Terra d’ulivi Ed., 2016
“Biografie”, Terra d’ulivi Ed., 2019