Questo verbo

.

Trovammo il marmo che fu soglia

e tutto tacque:

a te il grido, la parola

obliqua che pende

dal nome: a te quanto

i cieli crollati nel fiore rivelano.

Che la voce redima le vertigini

tra verso e precipizio, che annunci

la crepa nella sfera che ci strazia.

Accolto da una lingua questo verbo

benedica l’avvenire e lo devasti.

.

.

[Mattia Tarantino, da Fiori estinti, Terra d’ulivi edizioni, 2019]

.

Questo giovane poeta promette grandi cose.

P.

.

Immagine di copertina: Elio Scarciglia