nostalgie

.

.

non so se le cose andassero veramente bene.

è forse un’illusione.

allora, vivevo una forma di cecità.

e adesso ancora, non leggo il presente.

è forse un rifiuto.

amo immergermi nel ricordo

vivere nostalgie

attraversare il tempo

elencando le verità del poi.

.

[P.B., 25/11/2022]

.

Foto di copertina: Gianluca Fretti

Pubblicità

8 thoughts on “nostalgie

  1. modellare un’illusione
    assumerla all’unica realtà
    sopportabile
    constatare la propria cecità
    voluta
    amata
    lucida
    I ricordi avvolgono e straziano
    confondono e colmano
    resta solo la verità del guscio
    del tempo attraversato
    dai nostri sogni.
    Conosciamo il luogo del
    presente
    solo per impedirgli di
    distruggere il nostro futuro
    inventato.

    • Ecco. Questa è la poesia che avrei voluto scrivere.
      Grazie, Enzo. Se non ti dispiace, le tue parole, il tuo sentire avranno uno spazio dedicato su questa pagina.
      Leggerti, mi ha anche permesso di capire e migliorare ciò che avevo scritto.
      P.

      • Sai bene che leggo moltissimo ovunque ma commento ormai pochissimo: non so più spiegarmene il motivo. Quando incontro un filo che si intreccia in modo perfetto a ciò che non ho scritto ma sentito profondamente in me è una sorta di miracolo “intellettuale”. In quel caso scrivo ed è esattamente ciò che è successo qui. Uno spazio dedicato a me? Mi fai troppo onore credimi, ma se vuoi posso solo ringraziarti…Non so come dirlo ma…vi sono momenti mentali, emozioni che due esseri umani scrivono assieme, senza saperlo e forse non lo sapranno mai. Se si incontrano la letteratura è di entrambi, perfettamente mescolata in un unicum. Quindi io non ho tanti meriti, noi siamo solo una occasione non sprecata. E non è poco.

  2. Il passato è un’esca succulenta, a cui non so resistere.
    Resto impigliata all’amo, divoro golosa il mio pasto; il sapore dolce dell’inganno è irresistibile.
    L’uncino è nascosto nella morbida delizia della nostalgia. Quando mi aggancia le labbra è ormai troppo tardi. La carne si lacera. La bocca si riempie del sangue dei ricordi.

    Il passato è verità. E verità inventata.
    Il presente non è che un participio futuro, è divenire che si fa sostanza istante dopo istante, nutrendosi di ogni secondo.
    Il presente è la vita che sfugge a qualsiasi altra definizione.

    E il futuro ha la saggezza di chi sa non sapere.
    Il futuro è l’incognita non calcolabile, il caso, la fortuna cieca, le scelte, i sogni, il desiderio.

    Ancora una volta e per sempre tutto quello che vive dopo l’ultima pagina.

  3. ” attraversare il tempo

    elencando le verità del poi.”

    … mescolare passato e presente, regalarsi verità, menzogne, ipotesi e sospiri. Siamo contemporaneamente il tempo trascorso e un’immagine sul poi.
    Delicato, come sempre. Bravo tu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...