trasfigurazione

.

.

.

l’acqua dei fiori, stanotte

è gocciolata in silenzio

da una fessura invisibile.

legno grezzo l’ha accolta

e con esso un drappo

umile sudario bianco

imbevuto d’indaco e ocra

cielo e terra

io e tu

in una mescola informe.

.

sulla carta è rimasta un’impronta

un glifo, una runa

che non ha traduzione.

non siamo più lì, siamo altrove

trasfigurati, disciolti

per una nuova stagione.

.

[P.B., 17/04/2021]

2 thoughts on “trasfigurazione

  1. Se fosse una runa potrebbe essere Ansuz…quando la comunicazione prende la forma della poesia e ogni oggetto, ogni colore, ogni essenza prende vita e muove tasti all’infinito. Davvero una perla. Chapeau. Buona notte Paolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...