Vito

.

Vito era un comandante,

ha fatto la guerra.

E ancora dava ordini

a soldati dietro le scrivanie

in attesa di sferrare l’attacco.

.

Gli mancava l’adrenalina

prima della battaglia

quella cosa che, difronte al pericolo

fa degli umani un branco compatto.

.

Vito rideva l’attimo dopo,

perché si vedeva.

Sono un figlio di puttana – diceva.

Io ho ammazzato.

Scuoteva la testa: il giudizio

di chi non può più essere salvato.

.

E Vito sapeva

che la morte se lo stava prendendo.

Ha scelto di fare come voleva,

rifiutando le mani di chi

gliene offriva una più lenta

anonima e fredda.

.

Col culo mio scopo solo io.

.

Al virus sono bastati due giorni

per fottere il suo cuore braccato.

.

Vito ha reso le armi

al suono di una sirena.

.

[P.B., 17/11/2020]

13 thoughts on “Vito

  1. Hai consegnato al volo le parole e il ricordo.
    Non aggiungo altro per non disturbare questo silenzio. Ciao Vito. Grazie Paolo.

    Ps. La foto… ricorda gli scarabocchi che lascio in giro anch’io e scrivo ovunque. Allora non sono l’unica antitecnologia…

    • Grazie della tua delicatezza, Catia.
      Vito per molti anni è stato un riferimento. La sorte ha voluto che non il fronte, ma un virus… Ma diciamo che dopo l’attentato del ’95 che ha minato per sempre la sua salute, ha avuto modo di fare ancora tanto… Non era una persona facile, ma ne porterò con me un buon ricordo.

      Ciò detto, sì, scrivo pizzini e imbratto fogli di qualsiasi tipo. E la cosa mi dà più gusto. Anche la parola in qualche modo deve essere plasmata, scolpita, estratta. E le cancellature sono tracce importanti, a volte sono ferite. Hanno un senso.

      • “C’è una vita e c’è una morte, e in mezzo ci sono bellezza e malinconia” secondo Camus, ed io tra i versi che hai scritto ritrovo questo fotogramma ben definito. Nel fermare l’attimo tu hai liberato la ferita.

        Eppoi viva i pizzini!!! Sono d’accordo con te parola dopo parola… Un foglio pieno di cose sono l’estensione di ciò che siamo, scultori di parole che dalla carta liberiamo al vento. Tutto ha un senso perfetto. Ti abbraccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...