ὕλη

ὕλη

il bosco ha foglie secche
di cento anni
la terra morbida profuma
di funghi e pioggia di ieri

il cielo è l’azzurro
spaccato dai contorni dei rami
il corpo sulla terra
una lumaca sulla foglia

dentro riposa una specie di amore
e qualche ortica
come la vita
che ha nelle screpolature di oggi
l’imperfezione viva
dei sogni avverati

[S.G., 9/8/2017]

Annunci

3 thoughts on “ὕλη

    • Sì. Ti ci senti dentro, in quel bosco. E sei foglia a terra, sei sguardo al cielo, sei umore e vischio, filamento, sei odore di muschio, terriccio umido, radice che fruga e s’immerge. Sei vita e decomposizione. Humus e gemma.
      Sei ricordo amaro e rancido. Velenoso.
      Sei nuovo respiro e precognizione. Sei già tutto quello che sarai.

  1. Paolo, grazie per lo spazio che dedichi a questa poesia, che ha segnato un nuovo inizio. E’ venuta fuori tutta insieme, è esplosa. Per caso, perché così doveva andare. “Humus”, in questo, è stata parola magica, un’ abracadabra.

    ὕλη ci si è appoggiata sopra, ne ha respirato il profumo, intuito la sua carne, e si è raccontata.

    Silvia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...